POSTICIPATO PAGAMENTO IMPOSTE DEL 15 NOVEMBRE
L’Amministrazione comunale di Abano Terme posticipa il pagamento
delle imposte in scadenza il 15 Novembre

L’amministrazione comunale di Abano Terme sospende il pagamento
delle imposte in scadenza il 15 novembre.
L’Amministrazione comunale ha adottato due provvedimenti straordinari per venire incontro alle famiglie e
alle imprese del territorio alle prese in queste settimane con le difficoltà economiche legate all’emergenza
sanitaria dovuta al diffondersi del Covid-19.

“Siamo ancora in una fase molto critica nella quale tutte le istituzioni sono impegnate nel trovare le
soluzioni più efficaci nel contrasto alla diffusione del Covid-19. Gli aspetti sanitari oggi sono di
fondamentale importanza e la città di Abano Terme ha sempre dimostrato forte attenzione e sensibilità in
questo senso ma dobbiamo anche considerare le conseguenze economiche di questa pandemia per la
nostra realtà termale. Abbiamo deciso quindi di intervenire su alcuni tributi in scadenza nei prossimi giorni
per dare un segnale concreto in questa situazione di difficoltà” – dichiara il Sindaco Federico Barbierato.
Il primo provvedimento adottato dalla Giunta comunale aponense riunitasi per l’occasione in via
straordinaria in videoconferenza riguarda la sospensione fino al 15 febbraio di tutte le scadenze relative a
piani di rateizzazione in corso per avvisi di accertamento, accertamento con adesione, conciliazioni
giudiziarie e mediazioni tributarie in materia tributaria. La slittamento delle rate non genererà ulteriori
interessi rispetto a quelli già determinati nel piano di rateizzazione.

Il secondo intervento deciso dall’Amministrazione comunale di Abano Terme riguarda la sospensione con
slittamento delle scadenze per Tari, Cosap e canone acque termali del 2019 degli stabilimenti termali
attribuito solamente a chi sversa nella rete pubblica. Le ultime rate di Tari e Cosap, la cui scadenza dei
termini di pagamento era prevista per il 15 novembre, saranno differite di due mesi e quindi si potranno
pagare entro il 15 gennaio 2021. Anche il canone delle acque reflue del 2019 sarà rinviato al prossimo anno
ovvero con tre rate in scadenza il 31 gennaio, 15 marzo e 15 maggio 2021.

“Abbiamo deciso di adottare questi provvedimenti per differire i principali pagamenti al 2021. Sarà una
situazione straordinaria anche per gli enti comunali ma nonostante ciò abbiamo messo in campo tutte le
azioni possibili in questo momento per il nostro comune. Per la Tari in conformità alla delibera di Arera
sono state applicate riduzioni per quasi € 400.000 alle attività economiche. Inoltre grazie all’intervento del
Governo il gettito Cosap si è dimezzato e per gli ambulanti che avessero già pagato più di quanto dovuto
nelle prossime settimane sono previsti i rimborsi da parte del Comune.” conclude l’assessore al bilancio
Francesco Pozza.

Skip to content