Il Comune di Abano Terme, dal 2005, monitora la propria efficienza ambientale mediante la certificazione EMAS.
Per fare questo il Comune ha analizzato le proprie attività (dirette) e quelle del territorio (indirette) rilevando quali criticità ambientali causassero in relazione a:

·    rispetto delle norme ambientali e sulla sicurezza,
·    utilizzo delle risorse energetiche,
·    impatto sugli aspetti ambientali.

Il primo punto si è concretizzato con la verifica della conformità legislativa (rispetto delle leggi in vigore) delle azioni del Comune sia in tema ambientale che in tema di sicurezza degli edifici (impianti a norma, autorizzazioni, certificati prevenzione incendi…).
Sull’utilizzo delle risorse energetiche è in essere un monitoraggio in continuo per verificare l’andamento dei consumi e adottare i provvedimenti, laddove necessario, per limitarli. L’impegno resta comunque quello di ricercare fonti rinnovabili di energia in alternativa a quelle comuni.
Anche per gli aspetti ambientali il monitoraggio è on-line, e ha lo scopo di evidenziare quali impatti abbiano le azioni dirette del Comune o indirette del territorio sull’ambiente. L’elenco degli aspetti ambientali monitorati è lungo e articolato e comprende:
Acqua potabile, Acque superficiali, Acqua termale, Scarichi idrici, Risorse energetiche (acqua, energia elettrica, metano, gasolio),
Rifiuti, Aria qualità, Emissioni, Polveri, Odori, Rumore, Campi elettromagnetici, Radiazioni luminose, Sostanze pericolose, Amianto, Radon, Suolo e sottosuolo, Vibrazioni, Mobilità e traffico, Aree verdi urbane e protette, Urbanizzazione, Sostanze lesive per lo strato dell’ozono.
Per ognuno di questi aspetti il Comune ha definito degli obiettivi e dei risultati a cui tendere individuando un piano per realizzarli in cui sono indicati risorse economiche ed umane, capacità e meccanismi necessari (pianificazione).
E’ stato individuato un Responsabile che ha realizzato un Sistema di Gestione Ambientale (S.G.A.), strumento che favorisce l’impegno consapevole e continuativo al rispetto delle normative, allo sviluppo di sistemi di autocontrollo nell’ottica della prevenzione e del miglioramento continui (attuazione, verifica e miglioramento).

 

(Dati aggiornati al 19.01.2018)
Skip to content