ABANO TERME SEMPRE PIU’ ECOLOGICA

La Giunta Regionale con provvedimenti n.ri 1089 e 328 rispettivamente del 09 agosto 2021 e 02.03.2021, ha varato un “Pacchetto di misure straordinarie per la qualità dell’aria in esecuzione della sentenza del 10 novembre 2020 della Corte di Giustizia europea” prevedendo che nei comuni facenti parte dell’Agglomerato Padova, tra i quali è compreso anche il Comune di Abano Terme, per 7 mesi, a partire dal 1° ottobre 2021 e fino al 30 aprile 2022 vengano adottati interventi per la limitazione alla circolazione dei mezzi inquinanti.

In base a quanto stabilito dal Tavolo Tecnico Zonale Provinciale nella riunione dello scorso 9 settembre, il Comune di Abano Terme ha istituito, con provvedimenti n.ri 11176 e 11179, il divieto di circolazione per i veicoli maggiormente inquinanti. Già a partire dal livello di allerta verde, dal Lunedì al Venerdì (esclusi gli infrasettimanali) dalle ore 08,30 alle 18,30 i mezzi adibiti al trasporto di persone e merci sia benzina (euro 0, euro 1) che diesel (euro 0, euro 1, euro 2, euro 3, euro 4), oltre ai ciclomotori e ai motocicli (euro 0) non potranno circolare nell’area compresa tra la circonvallazione di Via Dei Colli e quella di via I Maggio. Una planimetria allegata alle Ordinanze descrive in modo dettagliato l’area individuata, opportunamente segnalata da cartelli apposti dall’Ufficio Tecnico Comunale.

Nel caso ARPAV, a seguito dell’aumento dei livelli di inquinamento, indicasse il passaggio al livello arancione, le limitazioni alla circolazione veicolare scatteranno anche per i mezzi diesel euro 5 adibiti al trasporto persone e, in caso di passaggio al livello rosso, verranno bloccati anche i mezzi diesel del trasporto merci euro 5 dalle 8,30 alle 12,30.
Il provvedimento adottato non riguarda solo il divieto di circolazione ma tutto il territorio comprendendo: il divieto di sosta con motore acceso, il divieto di combustione all’aperto di residui vegetali, il limite di 19° (tolleranza 2°) per le temperature medie negli edifici privati e pubblici, il divieto di installazione di generatori di calore alimentati a biomassa con categoria inferiore a 4 stelle, obbligo di interramento di concimi, misure che saranno più estese a seconda del colore dell’allerta ARPAV: verde, arancio o rosso.

Il livello arancione, ad esempio, comporterà, il divieto di utilizzare il riscaldamento a biomassa in presenza di altri generatori di calore, l’abbassamento di 1 grado del riscaldamento e così pure il divieto di spandimento dei concimi; tali misure saranno sempre più pesanti in caso di allerta ROSSO.
Nel pacchetto di misure varato dalla Regione Veneto vi è anche l’istituzione di una domenica ecologica al mese da ottobre ad aprile.

Sarà domenica 17 ottobre 2021 la prima di una serie di “domeniche ecologiche”, istituita anche per sensibilizzare la cittadinanza sui temi della tutela ambientale: Abano Terme è infatti in possesso di Certificazione EMAS e dal 2005, ed è impegnato per la salvaguardia e la valorizzazione del territorio comunale attraverso un costante lavoro di monitoraggio delle proprie attività (dirette) e di quelle del territorio (indirette) rilevando quali criticità ambientali possono produrre in relazione a tre fattori:
– rispetto delle norme ambientali e sulla sicurezza;
– utilizzo delle risorse energetiche;
– impatto sugli aspetti ambientali.
Le date delle altre domeniche ecologiche saranno le seguenti: 21 novembre, 12 dicembre, 23 gennaio, 20 febbraio, 20 marzo e 24 aprile.
Nella sezione del sito Web del Comune di Abano Terme “Misure per il contenimento dell’inquinamento atmosferico” i cittadini potranno verificare giornalmente il livello di allerta in vigore, segnalato con un punto verde, giallo o rosso, oltre alla copia dei provvedimenti adottati: ordinanze, planimetrie con il dettaglio delle aree ove vige il divieto di circolazione, modelli di autocertificazione, volantino esemplificativo delle restrizioni in vigore già dal 1 ottobre.

 

SCARICA ORDINANZA

SCARICA MODULO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ATTO DI NOTORIETA’

SCARICA MODULO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ATTO DI NOTORIETA’ DOMENICHE ECOLOGICHE

PLANIMETRIA AGGIORNATA

PLANIMETRIA A 

PLANIMETRIA B

 

 

Skip to content