Referendum Costituzionale 2020, voto dall’estero
Entro il 19 agosto va presentata al Comune di residenza la dichiarazione di opzione di voto per corrispondenza 

 

L’art. 4-bis, comma 2, della legge n. 459/01, modificato da ultimo dall’articolo 6, comma 2, lett. a), della legge 3 novembre 2017, n. 165, prevede che l’opzione di voto per corrispondenza degli elettori temporaneamente all’estero pervenga direttamente al comune d’iscrizione nelle liste elettorali entro il trentaduesimo giorno antecedente la data di votazione e, quindi, entro il 19 agosto p. v.

Questi elettori comprendono chi è temporaneamente residente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche; il personale di cui ai commi 5 e 6 dell’art. 4-bis della legge n. 459/2001 nonché i familiari conviventi con elettori di queste categorie.

Può presentare opzione di voto per corrispondenza come elettore temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio e cure mediche anche chi risulta residente all’estero nel territorio di altra sede consolare, oppure chi svolge il Servizio civile all’estero.

L’opzione dovrà pervenire al comune per posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata, oppure potrà essere recapitata a mano anche da persona diversa dall’interessato.

Per quanto attiene ai contenuti e alle modalità di inoltro, la dichiarazione di opzione, corredata di copia di un documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale ed una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti di cui al comma 1 del citato art. 4-bis, resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

 

A tale scopo è stato predisposto il modello allegato

 

 

Gli indirizzi a cui inviare l’opzione sono:

Comune di Abano Terme – Servizio Elettorale. Piazza Caduti 1 35031 Abano Terme (PD)
Fax: 049/8600499
PEC: abanoterme.pd@cert.ip-veneto.net
E-mail: elettorale@abanoterme.net

Skip to content