ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 12 GIUGNO 2022

 

A TUTTI I CANDIDATI ALLA CARICA DI SINDACO E CONSIGLIERE COMUNALE:

 

AVVERTENZE SULLE SPESE ELETTORALI

 

Entro 90 GIORNI dalla data della proclamazione degli eletti:

  • Tutti i candidati, ELETTI e NON
  • Che abbiano sostenuto spese per la campagna elettorale
  • Ma anche nel caso non abbiano speso

Sono tenuti a depositare presso il Collegio Regionale di Garanzia Elettorale:

  • Il rendiconto delle spese elettorali e dei contributi
  • Con allegata copia di un documento di riconoscimento

 

Come previsto dalla L. 515/1993 e dall’art. 13 della L. 96/2012 al fine di evitare l’applicazione delle sanzioni di cui all’art. 15 L. 515/1993, da un minimo di € 25.882,84 ad un massimo di € 103.291,38. I Candidati dovranno provvedere all’invio di quanto richiesto al Collegio Regionale di Garanzia Elettorale presso la Corte di Appello di Venezia, nella sede di Piazzale Roma ( vedi sotto).

 

I moduli da utilizzare, possono essere scaricati dal sito della Corte d’Appello alla pagina: https://www.corteappello.venezia.it/comunali-comuni-superiori-a-15-000-abitanti_339.html

  • Modello Dichiarazione nessuna spesa sostenuta: da utilizzare nel caso NON siano state sostenute spese o ricevuto alcun tipo di contributo (economico e/o in servizi).
  • Modello Dichiarazione e Rendiconto con i rispettivi Prospetti ed Allegati (n° 6 moduli in totale), da utilizzare per la dichiarazione delle entrate e delle uscite (spese).

 

Tutti i candidati Sindaci e Consiglieri Comunali che ricevono fondi, di qualsiasi importo, per il finanziamento della propria campagna elettorale, oppure spendono più di € 2.500, devono obbligatoriamente:

  1. Designare un mandatario elettorale tramite dichiarazione scritta autenticata da un pubblico ufficiale,
  2. Trasmettere al Collegio Regionale di Garanzia Elettorale copia della nomina del mandatario elettorale,
  3. Accendere, a nome del mandatario elettorale, un conto corrente apposito per ricevere eventuali contributi e pagare le spese elettorali.

Sono invece esonerati dalla nomina del mandatario elettorale i candidati che spendono meno di

€ 2.500, avvalendosi unicamente di denaro proprio, fermo restando l’obbligo di inviare il rendiconto.

 

Nessun candidato può designare alla raccolta dei fondi più di un mandatario, che a sua volta non può assumere l’incarico per più di un candidato.

 

Normativa di riferimento

  • Legge 5 luglio 1982, 441 Disposizioni per la pubblicità della situazione patrimoniale di titolari di cariche elettive e di cariche direttive di alcuni enti (G.U. 16 luglio1982, n.194)
  • Legge 10 dicembre 1993, 515 Disciplina delle campagne elettorali per l’elezione alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica. (G.U. 14 dicembre 1993, n.292)
  • Legge 23 febbraio 1995, 43 Nuove norme per le elezioni dei consigli delle regioni a statuto ordinario (G.U. del 24 febbraio 1995, n.46)
  • Legge 31 dicembre 1996, 672 Disposizioni in materia di documentazione delle spese elettorali. (G.U. 3 gennaio 1997, n.2)
  • Legge 6 luglio 2012, 96 Norme in materia di riduzione dei contributi pubblici in favore dei partiti e dei movimenti politici (G.U. 9 luglio 2012, n. 158)

 

ATTENZIONE:

 

A PARTIRE DA QUEST’ANNO, LE NOMINE DEL MANDATARIO, LE DICHIARAZIONI, LE RENDICONTAZIONI, O QUALSIASI ALTRO TIPO DI DOCUMENTAZIONE CARTACEA RIGUARDANTE I CANDIDATI, DOVRANNO ESSERE INVIATE ESCLUSIVAMENTE AL SEGUENTE INDIRIZZO:

(Da scrivere sulle buste o pacchi da inviare, oppure come indirizzo fisico, dove recarsi per consegnare a mano la documentazione)

 

“Collegio Regionale di Garanzia Elettorale, presso la Corte di Appello di Venezia Cittadella della Giustizia, EDIFICIO 16, Ufficio n° 26 (Ex P.S.) – Santa Croce, 430 – cap 30135 – VENEZIA” – (Piazzale Roma, a fianco del garage “San Marco”)

 

Referente Unico del servizio: PELLIZZON Ennio, telefono: 041/96.53.762

Posta Elettronica Ordinaria: collegio.garanziaelettorale.ca.venezia@giustizia.it

P.E.C. prot.ca.venezia@giustiziacert.it

 

INFORMAZIONI E MODULISTICA.

Skip to content